Crea sito

NAZIONALE A

L’unico calciatore che sia riuscito a disputare un incontro della nazionale maggiore italiana mentre vestiva la maglia dello Spezia, è LUIGI SCARABELLO

L’evento si è verificato il 3 agosto 1936 in occasione dell’esordio della Nazionale Italiana alle Olimpiadi di Berlino. Quel giorno, contro gli Stati Uniti, scesero in campo altri due calciatori spezzini, l’ex aquilotto Giulio Cappelli del Viareggio e l’ex calciatore della Sarzanese Libero Marchini della Lucchese.

Scarabello che fu tra i vincitori della medaglia d'oro, giocò la seconda ed ultima partita in nazionale tre anni dopo quando, ormai passato al Genoa, fu chiamato da Vittorio Pozzo a disputare l'amichevole di Berlino contro la Germania. Quel giorno furono ben sette i calciatori genoani in campo ed il risultato fu di 5 a 2 per i tedeschi. 

Il tabellino dell’incontro del 1936 è il seguente

BERLINO(Post-Stadion) ITALIA-STATI UNITI 1-0 FROSSI

Venturini (Sampierdarenese), Foni, (Juventus), Rava (Juventus), Baldo (Lazio), Piccini (Fiorentina), Locatelli (Ambrosiana), Frossi (Ambrosiana), Marchini (Lucchese), Scarabello (Spezia), Biagi (Pisa), Cappelli (Viareggio) (Cap.)

NAZIONALE GIOVANILE

Vi sono quattro calciatori che hanno vestito la maglia della principale nazionale giovanile mentre militavano nello Spezia e sono Eusebio Castigliano, Lorenzo Crisetig, Simone Romagnoli e Matteo Bianchetti..

Castigliano ha disputato un solo incontro nella selezione Under 23 che il 6 gennaio 1943 ha pareggiato 0 a 0 a Padova contro la Croazia. Castigliano, dopo aver lasciato lo Spezia, disputò sette incontri nella nazionale maggiore prima del tragico incidente di Superga in cui perse la vita

Crisetig ha disputato un incontro amichevole della nazionale under 21 il giorno 13 novembre 2012 quando allo stadio Artemio Franchi di Siena è sceso in campo contro la Spagna Under 21. Il risultato è stato di 1 a 3 con reti di Rodrigo, Deulofeu  e Alvaro Vazquez per la Spagna e Longo per l’Italia.

Romagnoli ha disputato due incontri della nazionale under 21. Il giorno 6 febbraio 2013 è entrato al posto del futuro aquilotto Bianchetti nell’incontro amichevole disputato ad Andria contro la Germania Under 21. Il risultato è stato di 1 a 0 con gol di Borini. Il giorno 25 marzo 2013 è entrato ancora una volta al posto di Bianchetti nell’incontro amichevole disputato a Bassano del Grappa contro l’Ucraina under 21. Anche in quell’occasione il risultato è stato di 1 a 0 con gol di Immobile

Bianchetti ha disputato, indossando anche la fascia di capitano, un incontro della nazionale Under 21. Il giorno 27 marzo 2015 ha giocato tutti i 90 minuti nell'incontro diputato a Paderborn tra Germania-Italia e terminato con il risultato di 2 a 2

 ESCAPE='HTML'

La nazionale giovanile che il 06/01/1943 gioco' a Padova contro la Croazia. Il penultimo accosciato da sinistra è Eusebio Castigliano.

SPEZZINI IN NAZIONALE "A"

Sono tre i calciatori nati nella provincia della Spezia che dopo aver vestito la maglia bianca hanno raggiunto la nazionale.

Il primo calciatore spezzino a vestire la maglia della nazionale maggiore è stato Giovanni Costa terzo di una famiglia di calciatori. Giocò con lo Spezia dal 1919 al 1922 per poi passare alla Pistoiese e successivamente alla Sestrese. Il 20 gennaio 1924 difese la porta azzurra nella sconfitta per 4 a 0 contro l’Austria. L’incontro disputato a Genova fu la sua unica presenza. Tornò allo Spezia nel 1929 per chiudere nel 1931.

 

Dopo Costa toccò al grande Gino Rossetti che nel 1926 aveva lasciato gli aquilotti per passare al Torino. In maglia granata formò il famoso trio delle meraviglie con Libonatti e Baloncieri. La grande propensione realizzativa lo portò ad esordire con la nazionale maggiore quando il  30 gennaio 1927 a Ginevra scese in campo nella partita vittoriosa contro la Svizzera. Rossetti segnò il quarto dei cinque goal con cui la nazionale di Pozzo si impose. Fu bronzo olimpico ad Amsterdam nel 1928 e giocò l’ultima partita in nazionale il 28 aprile del 1929 nella sconfitta per 2 a 1 con la Germania. Suo fu il gol italiano. In totale le presenze furono 13 ed i gol 9.

 

Il terzo in ordine di tempo fu Giulio Cappelli che vestì la maglia dello Spezia dal 1928 al 1933. Fu campione olimpico nel 1936 disputando 2 incontri con 1 gol segnato. Il suo esordio avvenne il 7 agosto 1936 contro gli Stati Uniti. Nella partita successiva contro il Giappone, a cui aveva segnato uno degli otto goal, subì un infortunio che gli impedì di disputare i restanti incontri del torneo.Nel marzo del 1936 disputò una partita amichevole non ufficiale della nazionale che al Picco superò lo Spezia con il punteggio di 8-1.

 

Vi sono due calciatori, nati nella vicina  provincia di Massa Carrara, cresciuti nello Spezia che hanno raggiunto la nazionale. Uno è il già citato Luigi Scarabello, l'altro è Enrico Albertosi. La loro carriera in nazionale è molto diversa con Scarabello che ha giocato solo 2 volte mentre Ricky Albertosi ha vestito la maglia azzurra in 34 occasioni.

Sono tre i calciatori nati nella provincia della Spezia che hanno giocato nella nazionale maggiore senza mai vestire la maglia della loro città. Sono Enrico Colombari ex di Napoli e Torino, con 9 presenze, Libero Marchini ex di Lazio e Lucchese, con 5 presenze e Federico Munerati, ex Juventus,  con 4 presenze.

 

 ESCAPE='HTML'

Una rara immagine del 1933 di un raduno della Nazionale con tre spezzini presenti, Gino Rossetti, Gennaro Santillo ed Enrico Colombari.

In piedi da sinistra Dugoni, Ferraris IV, Rossetti II, Santillo I, Levratto, Gianni, Scagliotti, Mosele, Allemandi, Gasperi 

Seduti da sinistra Banchero, Meazza, Pozzo, Colombari, Sclavi e Costantino.

Gennaro Santillo convocato piu' volte da Pozzo non riusci ad esordire con la maglia della Nazionale.

 

DATI AGGIORNATI AL 30/06/2014